Archivio | Piatti tipici siciliani RSS feed for this section

Pasta alla Norma

19 Apr

Di questo piatto si racconta che sia originario di Catania e che il suo nome derivi da un esclamazione ” Ma è un Norma”, ad indicarne la suprema bontà, paragonandola all’ opera  di Bellini. ( wikipedia docet!!! )

Ed in effetti è un piatto sublime! Semplice nella sua preparazione, “povero” negli ingredienti, riesce a far leccare anche il piatto !;)
mio marito ha voluto il bis!
Gli ingredienti principali?
Ecco qui

Per 4 persone
400 gr di pasta lunga ( spaghetti tipo maccheroni oppure bucatini)
1 melanzana tagliata a dadini
passata di pomodoro ( oppure 1kg di pomodoro fresco maturo )
1 spicchio di aglio
1 mazzetto di basilico ( io ho usato la mentuccia BUONISSIMA )
olio
sale e pepe
100 gr di ricotta SALATA

Se usate il pomodoro fresco fate così :
praticate un taglio a croce alla base e immergeteli in una ciotola con acqua molto calda per 10 minuti. Pelateli e sminuzzateli con un coltello. Trasferite il tutto in un pentola dove avrete fatto soffrigere l’aglio con un pò di olio extravergine.  Salate, pepate e iniziate la cottura .

Intanto soffriggete i tocchetti di melanzana e metteteli  da parte su carta assorbente.

Lessate la pasta , scolatela al dente e amalgamatela dentro pentola con il sugo di pomodoro. Unite le foglie di menta ( o basilico ), le melanzane e la ricotta grattugiata al momento. Mescolate il tutto e servite 🙂

Con la passata già pronta io mi regolo così : Soffriggo un pò di aglio e cipolla e poi verso la passata. Aggiusto di sale e pepe e inizio la cottura ( per una ventina di minuti). Quando la pasta è pronta la scolo e la rimetto nel tegame dove l’ho cotta. Poi verso sopra la salsa amalgamo, poi unisco  gli altri ingredienti:
In questo modo non eccederò con il sugo e quello che rimane lo surgelo 🙂

Visto la semplicità della ricetta non ho fotografato tutti i passaggi ma solo il risultato finale 🙂
( ho messo anche delle scagliette di ricotta sopra 😛 )

Il Macco di fave secche

18 Apr

Volete fare un tuffo nel passato? Nella pura tradizione siciliana?
Con tanto affetto oggi vi lascio questa ricetta . E’ nel mio cuore, come molte ricette di mia nonna. L’altro giorno l’ho chiamata, ( la fortuna di avere ancora una nonna ) e le ho chiesto bene come farla 🙂 non so  le origini di questo piatto, di certo è entrato a far parte di quei piatti inseriti nella lista : prodotti agroalimentari tradizionali italiani

Cos’è il macco? E’ una sorta di crema  che si ottiene lasciando cuocere per alcune ore a fuoco dolce le fave secche.
Si accompagna solitamente con delle biete ( o coste o giri come si chiamano in Sicilia ) oppure si prepara un primo piatto spezzettando gli spaghetti e lasciandoli cuocere dentro questo macco . Un piatto da poveri ma ricco di tutti i principi nutrizionali!

Pochi ingredienti ma essenziali.

Fave secche
acqua
finocchietto selvatico ( facoltativo )
cipolla bianca ( alcuni non la mettono, mia nonna l’ha sempre messa quindi io la metto 😀 )
Sale
pepe
Olio rigorosamente extra vergine

– Mettiamo in ammollo, la sera prima, le fave secche –

Mettere dentro una pentola  le fave secche ammollate e una cipolla bianca tagliata a listarelle ( e il finocchietto se lo gradite )
Coprite con abbondante acqua, salate e lasciate cuocere a fuoco dolce per un paio di ore

fave secche in preparazione Ogni tanto giratele e schiacciate un pò con il cucchiaio di legno , in modo da spezzettarle .

non so se si vede bene purtroppo non c’era un ottima luce in cucina oggi 😦

come dicevo questo piatto si può mangiare così accompagnato da Biete bollite passate in padella con aglio e olio :).
Oppure possiamo prendere una parte di macco e metterlo da parte, ciò che resta lo  alllunghiamo  con un pò di acqua ( si aggiusta di sale ) e si fanno cuocere  gli spaghetti spezzettati con le mani


Quando mancano un paio di minuti a fine cottura, aggiungiamo qualche cucchiaio del macco che avevamo messo da parte  per rendere il piatto ancora più gustoso e cremoso e terminiamo la cottura
Condire con un filo di olio 🙂

Molto buono, sebbene oggi non sia riuscita a fare delle foto decenti ! ( mi sa che i miei figli hanno cambiato l’impostazione della macchina fotografica del cell mi vengono tutte mosse o brutte! )
Io vi consiglio di provarlo!

piatto di spaghetti con il macco