Archivio | Contorni RSS feed for this section

Torta con roselline di zucchine

18 Set

Sorrido ancora quando penso a questo antipasto…
Ricordo perfettamente la faccia di Cesare quando ha visto tutte queste zucchine arrotolate e la sua voce esclamare ” Ma le hai arrotolate tutte a mano”?
Alla mia risposta affermativa, non solo è rimasto più stupito, ma voleva sapere pure il perchè!? Perchè avessi perso tanto tempo ad arrotolare zucchine quando avrei potuto fare altro ahah.
Solo a metà serata, dopo la sua ennesima domanda ” ma perchè l’hai fatto “? ho ceduto…e  ho confessato che c’è stato un attimo in cui anche io mi sono chiesta perchè mi fossi cimentata in così tanta forza di pazienza, ma la vera, verissima verità, è che non ho compreso il motivo per il quale ho arrotolato le zucchine in piedi, quando potevo comodamente sedermi 😛
Ma vorrei togliervi gran parte del lavoro, spiegandovi come arrotolarle senza perdere troppo tempo e calcolando gli spazi. No perchè nella ricetta non c’era scritto, quindi praticamente ho dovuto togliere gran parte delle roselline e rifarle due volte! Fino a quando non ho capito che era meglio tagliare a metà e poi ancora a metà la fettina di zucchina 🙂
Però…guardate che bella, ne è valsa la pena non solo perchè cmq è particolare, ma perchè è bella da vedere 😀

Ingredienti per tortiera da 20

150 gr di farina ( rosignoli molini uso domestico)
70 gr di burro
2 grosse zucchine
mazzetto di prezzemolo
40 gr di grana grattugiato
un peperone giallo
50 gr di molllica di pane tostata possibilmente
50 gr di mandorle tostate e pelate
uno spicchio di aglio
un cucchiaio di paprika dolce
un cucchiaio di maggiorana
Olio q.b
Prepariamo la simil pasta brisè lavorando nel mixer la farina, il burro, il grana, un pò di sale il prezzemolo e mezzo bicchiere di acqua fredda. Lavoriamo l’impasto fino ad ottenere una palla. Lasciamo riposare in frigo per mezz’oretta.
Intanto che aspettiamo, prepariamo le zucchine. Con un pelapatate tagliamole a strisce sottile nel senso della lunghezza e poi sbollentiamole un minuto in acqua bollente.


Stendiamo la pasta sul fondo della tortiera e mettiamola in forno caldo a 200° per circa 25 minuti.
Mentre cuoce prepariamo la salsa :
Nel mixer frullate il peperone tagliato a dadini, la mollica con le mandorle, lo spicchio di aglio sbucciato, la paprika. Unite 4 cucchiai di olio e iniziate a frullare.


Dovete frullare tanto, prima o poi si formerà una crema, se è troppo densa unite ancora dell’olio, come se doveste preparare la maionese.
Sfornate la pasta. Cospargete la base con la crema e iniziate ad arrotolare le zucchine. Prendete una striscia lunga e tagliatela a metà. Questa metà arrotolatela su se stessa e ri-dividetela a metà.

In questo modo avrete due roselline da sistemare sulla pasta 🙂 La salsa le terrà abbastanza ferme.
Una volta riempita la tortiera, versate la salsa rimasta e spolverate di maggiorana :=)

Non trovate che sia bella

😀

 

Zucchine ripiene al tonno

13 Giu

Niente da fare, in questo periodo ho davvero “troppo”  poco tempo per stare sui miei adorati fornelli 😦
Ieri sera però ho invitato una mia cara amica a cena e non volevo presentarle solo il petto di pollo alla piastra ( era la cena in programma!) così ho preparato queste zucchine. Al dire il vero immaginavo il naso di mio marito voltarsi a destra e poi a sinistra…invece ne ha mangiate due!!!! Wow
La ricetta è alquanto facile. Al mattino avevo sbollentato le zucchine e lasciate da parte a raffreddare ( e diciamo a continuare un pò la cottura)
mentre pranzavo ho preparato il condimento e farcito le barchette… la sera infornate 😀 che profumino!!!
Ecco la ricetta, intanto vi consiglio di bollire 10 /12 minuti al massimo le zucchine intere, poi scolarle e lasciarle riposare. In questo modo, lentamente, finiranno di ammorbidirsi. Non devono essere sfatte mi raccomando!! altrimenti sarà impossibile eliminare la polpa e soprattutto si romperebbero!!

Ingredienti per 4

ho calcolato una/due barchette a persona quindi
3/4 zucchine genovesi
circa 150 gr di tonno sgocciolato
4 filetti di acciuga
qualche cappero dissalato
un panino raffermo
1 o 2 uova a seconda dell’impasto,  a me è bastato uno.
circa 4 cucchiai di latte ( il latte necessario per far ammorbidire il pane ; ) )
30 gr parmigiano
mezza cipollina
olio, pepe maggiorana

Come vi consigliavo, sbollentate per circa 10/12 minuti le zucchine,scolatele e lasciate che raffreddino.
Una volta fredde tagliatele per lungo e con un cucchiaino privatele delle polpa interna. State attenti a non togliere troppo polpa. Volendo potreste usare l’attrezzino che serve per il melone ( quello che lo scava facendo delle palline) io non mi fidavo:P così ho usato un cucchiaino .


Una volta svuotate prepariamo il ripieno

Mettiamo il pane spezzettato in ammollo con il latte
In una padellina rosoliamo la cipolla con olio extravergine e le acciughe ( passatele sotto l’acqua per togliere il sale in eccesso ), una volta rosolate uniamo la polpa delle zucchine e lasciamo insaporire per qualche minuto.
Nel frattempo in un robot ( un mixer qualunque ) frullate il tonno con il pane ( strizzato) i capperi , l’uovo la maggiorana  e il parmigiano  . Una volta frullato il tutto uniamo anche la cipolla insaporita con la polpa, frulliamo nuovamente e il ripieno è pronto!

Riempite le barchette e sistematele in una teglia per forno un pò unta di olio. Infornate per circa 20 minuti a 180°

Buona cena 😀

 

 

Ps…se voleste rendere dukan questo piatto è facile!!!
Frullate il tonno con del formaggio magro, un uovo, maggiorana e un pò di crusca di avena ! provate secondo me viene un piatto gustoso e diverso!
 

Zucchine tonde ripiene di bufala

1 Giu

Eccoci qui con un altra ricetta salva tempo !!! Sebbene la cottura venga terminata in forno, a me sa tanto di una ricetta fresca fresca!
Io ho seguito più o meno la ricetta originale di Alice di questo mese. Secondo me con dei pomodorini tagliati a dadini non è male, anzi!
Provatela;)
Ho cotto al vapore le zucchine al mattino. Prima di cena le ho farcite con la mozzarella condita e messo in forno e pronto in tavola.
Li ho serviti come secondo, potrebbero andare anche come contorno o antipasto.
Come primo avevo fatto un risotto freddo, poi queste zucchine. Una cena all’ insegna della calda stagione!

Ingredienti

Zucchine tonde ( circa una  testa o metà )
Mozzarella di bufala
timo o origano ( io preferisco il timo, sono parenti, ma il gusto è leggermente più delicato )
Sale, pepe olio extravergine.

Fate cuocere le zucchine al vapore, oppure sbollentatele in una pentola con acqua bollente fino a quando non saranno tenere ma non sfatte.
Una volta fredde tagtliate la calotta e svuotatele cercando di non lasciare le pareti troppo sottili

Tagliate a dadini la mozzarella, lasciate sgocciolare per qualche minuto in un colino. Conditela con il timo, il sale pepe  e un pò di olio.
Farcite le zucchine e mettetele in forno a 180° per circa 12 minuti 🙂

 

Ho guarnito con un filo di olio e un pò di glassa di aceto balsamico che adoro

 

Parfait di mandorle

9 Mag

Forse la maggior parte di voi riconosce come dolce tipico siciliano ( palermitano ) la cassata e i cannoli…ma nascosto fra questi due capisaldi della pasticceria locale c’è un dolce che è uno spettacolo! Immaginate… un delicato semifreddo corposo ricco di mandorle tostate irrorato da caldo cioccolato fuso..mmm non vi viene l’acquolina solo ad immaginarlo?
Ecco io vi lascio la ricetta e poi mi saprete dire ….
Il successo è assicurato 😉

Ingredienti per circa 12/14 singole porzioni

350 gr di mandorle
mezzo litro di panna da montare fresca
4 uova medio/ grandi ( separiamo i tuorli dagli albumi )
300 gr circa di zucchero ( potrebbe servirne meno a seconda di quanto ne assorbono le mandorle per la tostatura )
cioccolato fondente ( potete usare ancora le uova di Pasqua! )

 

Prendete una grande padella e versate circa due cucchiai di acqua e 150 gr di zucchero, dopo un paio di minuti, quando lo zucchero inizia a sciogliersi bene, unite le mandorle ( se lo zucchero non dovesse bastare aggiungetene ancora ). Girate e rigirate con un cucchiaio di legno ( mi raccomando non a fuoco troppo alto non devono bruciare altrimenti diventano amare ) fino a quando le mandorle non saranno caramellate.

Versatele su un vassoio e cercate ( attenti a non bruciarvi ) staccarle l’una dall’altra mentre si raffreddano.
Una volta fredde mettetele in un robot da cucina e tritatele grossolanamente

 

Montate i tuorli  con il restante 100 gr di zucchero fino ad ottenere una spuma, unite le mandorle e amalgamate il tutto ( tenete da parte qualche mandorla tritata da usare come decorazione )
A questo composto unite gli albumi montati a neve e successivamente, dopo aver mescolato bene, unite anche la panna montata ( io non metterei zucchero, e se per caso comprate la panna già zuccherata diminuirei lo zucchero delle uova )

 

Trasferite il composto in uno stampo grande oppure in monoporzioni come ho fatto io.


Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, oppure al microonde e servite il parfeit con la salsa di cioccolato

parfait di mandorle

Carciofi ripieni ( formaggio e salsiccia)

8 Mag

Eccoci con altro piatto un pò particolare perchè può essere usato sia come secondo ( cosa che ho fatto ) oppure come contorno .
Ho scelto i carciofi, più precisamente la varietà ” Mammole o romaneschi ” ,perchè è particolarmente adatta per essere cucinato ripieno o alla “giuda”
Ci sono due importanti categorie di carciofi : Con o senza spine.

La varietà con le spine si divide a sua volta :
Spinosi di Sicilia ( forma tondeggiante e molto polposo)
Spinosi di Albenga ( forma ovale )
Spinoso Sardo ( forma conica con grandi foglie)
Veneto di Chioggia ( colore chiaro )
Violetto di Toscana ( colore viola e affusolato)

La varietà senza spine :
Violetto di Catania: senza spine
Paestum: di forma arrotondata con le foglie di colore rosso scuro,
Romanesco: (detto anche mammola o cimarolo) sferico, grosso

Ma qui in casa non diamo tanta importanza a tutte queste varietà 😉 l’importante è che, a seconda della ricetta, abbia o meno le spine!

Questa ricetta è molto gustosa! La salsiccia abbinata al pecorino e al gusto particolare del carciofo rende questo piatto saporito e ricco.

Ingredienti per 4 persone

8 carciofi mammole
succo di un limone
200 gr di caciocavallo o pecorino
1 uovo
40 gr di parmigiano
200 gr di salsiccia
aglio
olio
Pangrattato
dado
Prezzemolo.

Lavate e mondate i carciofi privandoli delle foglie esterne più dure e tagliandoli a metà nel senso della larghezza. Apriteli e immergeteli in acqua acidulata con il limone per evitare che anneriscano.
Spellate la salsiccia, sgranatela e soffriggete in una padella con un pò di olio e uno spicchio di aglio.
In una ciotola unite il caciocavallo , la salsiccia ( senza aglio ) l’uovo , il parmigiano sale ( poco ) pepe

Scolate i carciofi riempiteli con il composto di salsiccia

metteteli dentro una pentola


Riempite d’acqua fino a metà carciofo. Mettete nell’acqua un pò di dado per insaporire e delle foglie di prezzemolo, lasciate cuocere per circa una ventina di minuti o fino a quando non saranno morbidi.


A questo punto spolverate la superficie con il pangrattato e mettete in forno a 180° fino a quando non si sarà creata una bella crosticina  🙂
( io questo passaggio l’ho saltato perchè avevamo fame 😛 ma se avete tempo fatelo )

carciofo ripieno

Carciofi ripieni

Foto uno

( come vedete l’impasto è rimasto molto morbido. Con la cottura  in forno diventa croccante )