Archivio | aprile, 2020

Torta tenerina

23 Apr

Oggi vi propongo questa delizia goduriosa. Il suo profumo inizia già quando fondete io cioccolato e finisce solo quando finirà la torta. Il rischio è’ che duri poco….

La torta tenerina o torta ferrarese ha la particolarità di avere pochissima farina nell’impasto, bassa di spessore, ha una sottile crosticina quasi come un ostia, che si forma in superficie. Bisogna stare attenti quando la so toglie dalla tortiera perché potrebbe spezzarsi. Vi consiglio, nel caso non aveste una teglia apribile, di usare come base carta da forno ben strizzata e aderente ai bordi. Così si potrà estrarre la torta senza problemi.

Ecco le dosi per una tortiera da 24

200 gr di cioccolato fondente

100 gr di burro

3 uova

150 gr di zucchero

50 gr di farina

30 gr di latte

Un pizzico di sale per montare gli albumi.

Sciogliete a bagnomaria o nel microonde il cioccolato insieme al burro. Scioglietelo dolcemente a bassa temperatura in modo che non si bruci.

Mentre aspettiamo che si raffreddi montiamo per almeno per 4/5 minuti i tuorli con lo zucchero poi uniamo il latte e la farina e mescoliamo. Montiamo gli albumi a neve ben ferma con un pizzico di sale E uniamoli al composto mescolando con un cucchiaio. Si c’è un profumino meraviglioso. Quando abbiamo amalgamato il tutto versiamo il composto nella tortiera e inforniamo a 160 per circa 25-30 minuti. Insomma controllate dopo i primi 25 minuti con lo stuzzicadenti. Ogni forno ha la sua temperatura . Io l’ho lasciata per 30 minuti e poi tirata fuori dal forno a raffreddare .

Una volta fredda, tagliatela e gustatela 😋😋😋

Pane “comodo” di Benedetta

14 Apr

In questi giorni ho fatto il pane “comodo” di Benedetta. Consigliato dalle mie amiche ha avuto un successo incedibile.

Mio figlio lo vuole ogni giorno, e ogni giorno una paganotta finisce 😍 facile da preparare basta preparare impasto la sera per infornarlo l’indomani a pranzo o cena.

Dovete procurarvi una pentola che si possa mettere in forno e il coperchio. Io avevo una pentola dove ho potuto svitare i manici

Ingredienti :

400 gr di farina 00 ( potete anche mischiare le farine)

2 gr di lievito secco

300 gr di acqua

Mezzo cucchiaino di zucchero ( per attivare lievito)

Un cucchiaino di sale

Io ho usato la planetaria, potete farlo in una ciotola capiente.

Versate la farina e il lievito e amalgamate con mani ( oppure azionare la planetaria velocità bassa ) unite lo zucchero, girate ancora, versate il sale e l’acqua a poco a Poco e impastate fino a quando tutto ed amalgamato. Si è un po’ appiccicoso. Lasciatelo dentro la ciotola, copritelo con un canovaccio e dopo 10 minuti girate l’impasto. Io ho usato un cucchiaio di legno.

Fate questa operazione tre volte. Per un totale di 30 minuti. Quindi ricapitolando ogni 10 minuti, girate l’impasto.

Metterlo in frigo per 24 h.

L’indomani tirate fuori l’impasto un ora e mezza prima e lasciatelo a temperatura ambiente. Dieci minuti prima di infornarlo accendete il forno a 240 gradi con dentro la pentola vuota.

Trascorsi i dieci minuti, aiutandovi con il telo e con le prese ( la pentola e’ ustionante) mettete l’impasto dentro la pentola, copritela e lasciate cuocere a 230 gradi per 25 minuti.

Trascorso il tempo togliete il coperchio e lasciate cuocere altri 20/25 minuti.

Ecco qui 😍

Morbido e croccante

Torta Nua

11 Apr

Sfogliando e leggendo vari siti, ho trovato questa ricetta : torta Nua. Mi frullava da un po’ di Provarla ma c’era sempre qualcosa che non mi convinceva sui commenti che leggevo. Poi ho trovato questa e niente, me ne sono innamorata 🥰 ( le ricette di Gessica)

La particolarità di questa torta e’ che nell’impasto, già morbido di suo, mettiamo dentro, a cucchiaiate, la crema pasticciera senza doverla spalmare, ne aspettare che si raffreddi per poi tagliarla. Molto facile no? Direttamente nell’impasto 😊

Ingredienti per una teglia da 24

Per la crema :

400 gr di latte

1 uovo

100 gr di zucchero

50 gr di farina

Buccia di un limone

Per la torta

300 gr di farina

120 gr di latte

110 gr di olio di semi

4 uova

200 gr di zucchero

Una bustina di lievito

Buccia di 1 limone

Preparate la crema come una classica crema pasticciera, prima vi consiglio di frullare finemente lo zucchero con la buccia di limone e poi procedere con la cottura. Se avete il Bimby sarà ancora più facile .

Basta far scaldare il latte con lo zucchero nel pentolino unire l’uovo e poi la farina e mescolare senza fare grumi fino a quando non diventa densa. Tenetela da parte.

In una planetaria : lavoriamo lo zucchero con la buccia grattata del limone e poi uniamo latte, uova, olio e farina. Per ultimo uniamo il lievito .

Versate il tutto nella teglia infarinata e poi sopra, come dicevo, a cucchiaiate mettete la crema.

Infornate… nel mio forno che riscalda più degli altri ho impostato a 170 gradi per circa 45 minuti. Vedete voi a seconda del vostro. Fa fede sempre la prova stecchino 😜

Pasta ripiena di ricotta e spinaci

5 Apr

In questi giorni ho provato a fare la pasta ripiena fatta in casa. Visto che era la prima volta non ho azzardato in dosi eccessive per non sprecare ingredienti che, visto il periodo, si fa’ un po’ fatica a reperire.

Il risultato e’ stato davvero molto buono! Una sorta di “apriamo pure le danze” per tutte le prossime idee che ho già 🙂

Ingredienti per circa 16 raviolini.

100 gr di farina

1 uovo

Meno della metà di un cucchiaino di olio

Farina per il piano da laboro.

Spinaci, ricotta sale pepe e curcuma ( perché mi piace ) le dosi non saprei dirvele perché non le ho pensate ma farei 150 gr di soibqci e 100 gr di ricotta.

Ho creato una piccola fontanella di farina dentro la quale ho sbattuto l’uovo. Impastato per un po’ e aggiunto un pochino di olio per amalgamare il tutto. Quando ho ottenuto un panetto morbido, l’ho avvolto nella pellicola e lasciato

riposare il tempo di sbollentare gli spinaci surgelati, strizzati benissimo e poi uniti alla ricotta. Ho salato e pepato e “curcumaTO” e lasciato riposare.

Ho steso poi la pasta : prima ho infarinato il piano di lavoro, poi ho iniziato a stendere la pasta con il mattarello, girando di 90 gradi viva via per uniformare la stesura.

In una sac’ à poche ho messo il ripieno e distanziato sulla pasta, calcolando la grandezza del mio taglia pasta.

Ho ricoperto, schiacciato leggermente con le dita e poi ho tagliato con lo stampo.

Per evitare che la pasta si attacchi, infarinate il piano di lavoro.

Per conservarli in frigo e non farli attaccare ho messo sotto carta forno 🙂

Li ho cotti in acqua salata per circa 4 minuti e poi fatti saltare su un sughetto con pomodorini freschi, olive taggiasche e 1 spicchio di aglio con spolverata di pecorino 😋