Archivio | 10:22

Meringa all’ italiana e meringa francese e svizzera

10 Set

Sapevate l’esistenza di questa distinzione?
Io sì, ma non avevo mai particolarmente approfondito l’argomento, per pigrizia. Mi dicevo sempre ” arriverà il momento”
e in effetti, con la preparazione della torta di mele meringata, il momento è arrivato :=)

La meringa francese :

E’ la classica meringa fatta con albumi, zucchero semolato e zucchero a velo.
Per classica intendo dire che necessita della cottura in forno, la cottura lunghissima anche di 4 ore a forno bassissimo.
Sono le meringhe che sgranocchiamo, che possiamo intingere nel cioccolato fuso e leccarci poi le dita come fanno i miei bambini 😀
Le dosi sono :
200 gr di albumi
200 gr di zucchero semolato
200 gr di zucchero a velo

La meringa all’italiana:
Questa particolare meringa, dalla consistenza soda spumosa e lucida, ha la particolarità di essere fatta con lo zucchero cotto ( e adesso capisco l’errore che ho fatto sulla mia meringa 😛 )
La cottura parziale dello zucchero permette di usare questa meringa come decorazione simil panna, oppure per farcire dei dolci al cucchiaio.
E’ soffice, facilmente lavorabile con la sache a poche
Se la usate per guarnire delle torte, basterà metterla in forno per qualche minuto,funzione grill, per aver quell’effetto bruciacchiato, altrimenti potete usare il canello 🙂
Ho preso spunto sui consigli del grande pasticciere Satin !
Si preprara così :

300 gr. di albume
450 gr. di zucchero semolato
180 gr. di acqua.
Esecuzione:
In un pentolino  cuocere lo zucchero con l’acqua fino ad arrivare alla temperatura di 121° ( potete  utilizzate un termometro da zucchero )
A parte montare nella planetaria alla media velocità l’albume e aggiungere lo zucchero versandolo a filo sugli albumi.
Aumentare la velocità della planetaria sino ad arrivare al massimo e lasciar montare fino al completo raffreddamento.
Ma si può fare anche facendo sciogliere parte dello zucchero in un pentolino con acqua, iniziare a montare gli albumi, versare lo zucchero restante e lo sciroppo e la meringa è pronta

esiste anche una terza meringa, quella svizzera. Il parere di Satin non è tanto favorevole in quanto spiega che quest’ultima meringa è meno stabile di quella all’ italiana. Io ho fatto, ignara, questa. Non l’ho trovata instabile, anzi è stato abbastanza facile fare i ciuffetti, è il sapore che ci ha lasciati un pò perplessi .

Meringa svizzera :

4 albumi e  200 gr di zucchero semolato
Montate gli albumi con lo zucchero semolato fino ad ottenere una spuma lucida e ben ferma .
In pratica, come vi dicevo, è la meringa della mia torta di mele !!!!
Spero di essere stata chiara 🙂 e d’aiuto principalmente!

Annunci

Torta di mele e mandorle meringata

10 Set

Oh mamma, questa torta passerà alla storia, non solo per la sua bontà e il gradimento degli amici e del marito, ma principalmente per le prese in giro del marito sulla mia meringa!!
Lui si aspettava una meringa classica, una meringa croccante, o forse dovrei dire che inizialmente lui pensava fosse panna 😉 quindi quando si è trovato in bocca qualcosa di morbido ma “insapore” mi ha guardato in modo strano.
Ha continuato a dire per tutto il tempo ” la torta è meravigliosa, una delle più buone alla mela che hai fatto, ma questa meringa …”
Ho cercato di spiegargli che è proprio così, cioè la meringa deve essere morbida, questa è una meringa all’italiana ( non è vero è svizzera !!!l’ho scoperto dopo leggete qui sulle meringhe  )  :D, ma niente da fare.
Ho quindi fatto una ricerca su internet per scoprire la differenza fra meringa all’italiana e meringa francese, tutte le ricette con torte meringate avevano una cottura non superiore ai 10 minuti circa con il grill, addirittura alcune prevedevano solo l’uso del cannello..
A proposito del cannello…Lo sapevate che la meringa prende fuoco? Bene, bravi io no -_-

Ma l’ho scoperto ahahh

Ricetta di questa buonissima torta : Tortiera da 20 perfetta così viene anche altina, se la volete più sottile usate la 22

150 gr di burro
125 gr di farina ( molino chiavazza )
50 gr di zucchero
4  tuorli piccoli ( conservate gli albumi per la meringa )
una bustina di vanilina
mezza bustina di lievito
un pizzico di sale
80 gr di latte

Per il ripieno di mele
3 mele
un pezzetto di burro
2 cucchiai di zucchero
Un tappo di liquore ( cointreau, amaretto, grappa )
50 gr di mandorle a lamelle

Per la meringa
200 gr di zucchero semolato
4 albumi rimasti

Per prima cosa sbucciate le mele, tagliatele a tocchetti e lasciateli cuocere in un padellino con il burro e lo zucchero, quando inizia a bollire ed ad ammorbidirsi unite il liquore e lasciate evaporare per qualche minuto. Mettete da parte a fate raffreddare.
Preparate la base lavorando il burro con lo zucchero, poi aggiungete i tuorli e infine la farina, la vanilina il sale e il lievito 🙂
Mettere il composto nella tortiera imburrata e infarinata e versare sopra le mele raffreddate. Sopra le mele spolverate  le mandorle .
Infornare a 180° per circa 45/50 minuti ( controllate la cottura )

A parte montate la meringa, prima montate un pò gli albumi, appena iniziano a compattarsi unite lo zucchero fino ad ottenere una meringa soda, spumosa e lucida così 😀

Con una sache a poche formate tanti ciuffetti

infornate per qualche minuti con la modalità grill, oppure usate il cannello come ho fatto io 😀


La meringa resta morbida …
Se non vi piace l’idea della meringa, eliminatela, ma provate questa torta che è buonissima :D.
Io l’ho servita con una pallina di gelato alla vaniglia e/o cioccolato 😀

e a colazione questa mattina con una tazza di caffè