La Cottura della pasta

22 Mag

Lo so lo so, tutti noi sappiamo cucinare la pasta! Ma magari quest’articolo che ho trovato può esservi utile 😉 No?
Del resto qualche chicca in più può solo migliorare la nostra conoscenza culinaria … anche perchè non serve fare solo un buon condimento , serve anche saper dosare bene pasta, acqua e sale 😉

Ecco qui ..

Di norma le dosi sono :
1 Litro d’acqua per ogni 100 gr di pasta e 10 gr di sale sempre per ogni 100 gr di pasta .

Quindi per 200 gr di pasta avremo

2 litri di acqua
200 gr di pasta
20 gr di sale fine
un cucchiaio di olio di oliva
Dicevamo…
Prendiamo una pentola alta e grande , in questo modo la temperatura dell’acqua si mantiene più costante , aggiungiamo l’acqua e un cucchiaio di olio.
Questo ci servirà per tenere la pasta ( qualsiasi tipo ) separata .
Quando l’acqua inizia a bollire aggiungiamo il sale e attendiamo qualche secondo finchè il sale non si sciolga . Se aggiungiamo il sale prima rallentiamo il processo di ebolizione e si forma la patina bianca sulla superficie dell’acqua .

Gettare la pasta nella pentola solo quando ha ripreso bollore e  poichè quando immergiamo la pasta abbiamo un abbassamento di temperatura , per evitare questo , alziamo la fiamma .

La pasta lunga non va spezzata prima di essere immersa, ma va allargata a ventaglio e gettata in acqua.
La pasta corta invece va gettata a “tuffo” per evitare che si ammassi sul fondo.
La pasta a matassine ( i nidi ad es ) va immersa in acqua  e subito dipanata con l’aiuto di un forchettone di legno o cucchiaio sempre di legno .

Mescolare la pasta spesso i primi minuti affinchè non si incolli e poi di tanto in tanto durante la cottura .
Ogni pasta solitamente ha i suoi tempi di cottura riportati sulla confezione.
Bè è un gusto personale quindi il mio consiglio è quello di assaggiare la pasta allo scadere del tempo ed eventualmente lasciarla cuocere ancora un pò se eccessivamente al dente .

La pasta va scolata bene per evitare rimasugli di acqua . ( io consiglio di tenere sempre un pò di acqua di cottura da parte, spesso utilissima da aggiungere alla salsa di condimento )

Inoltre io ho l’abitudine di scolare la pasta e metterla nuovamente nella pentola dove è stata cotta e poi versare sopra il condimento in modo da amalgamarla tutta in modo omogeneo e poi preparare i piatti da portata .

Annunci

Una Risposta to “La Cottura della pasta”

  1. Moni 22 maggio 2011 a 21:42 #

    Amica Sele! Grazie di questo splendido post sulla cottura della pasta! Sembra banale ma esistono anche persone come me..che sono anni che non accendono il fuoco con l’acqua per bollire una pasta..ora se mi venisse voglia seguirò alla lettera i tuoi consigli! Bellissimo questo Blog, Sele, complimenti! Semplice, interessante, curioso e soprattutto ricco di quei piccoli trucchi che non tutti sanno! Chissà che tu non riesca a far nascere un po’ di amore per la cucina e il cibo VERO anche alle negatissime come me! Sei grande Sele!
    :-)))))))))))))
    M&F

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: