Paninetti ripieni di broccoli

21 Feb


Un antipasto sfizioso. Sfiziosissimo al punto che non ho fatto nemmeno la foto del ripieno, convinta ne avanzassero e di farla dopo. Sono stra piaciuti. Abbiamo fatto il bis e il tris 🤪

Per 6 persone

Un rotolo di pasta per pizza già pronto
300 gr di cime di broccoli
Mezza grossa cipolla rossa o una piccola
Peperoncino
Olio, sale, pepe, semi di sesamo
Pecorino.

Sbollentate le cime dei broccoli per circa 6 minuti in acqua salata. Tenete da parte un po’ di acqua di cottura quando li scolate.
In una padella fate appassire la cipolla con un po’ di peperoncino, sale pepe e i semi di sesamo in olio extravergine. Una volta ammorbidita la
Cipolla unite i broccoli, allungate con acqua di cottura e lasciate cuocere altri 7 minuti. Fate asciugare e spolverate con il pecorino. Aggiustate di sale e pepe.
Srotolate la pasta di pizza, ritagliate 8/12 quadrati e allargateli non troppo ( si rompe ) e riempiteli con il condimento. Chiudete a palla e metteteli dentro uno stampo da muffin oliato un po’, spennellate con olio anche la parte superiore
In forno a 160/170 gradi fino a cottura.
Spazzolati tutti 😍

Pubblicità

Treccine dolci morbide

28 Gen

Un classico della mia infanzia quando vivevo a Palermo, erano queste treccine morbide che mia nonna mi comprava al panificio. C’è una variante, gustosa, dove si aggiunge dell uva passa ammollata. A me piaceva l’aroma che lasciava nell’impasto, ma quando mia nonna ha capito che la buttavo, non me l’ha più comprata con l’uvetta! 😭 sono facilissime da realizzare e sopratutto buonissime. Fosse per i miei figli dovrei farli ogni giorno. La “pecca” e’ che è una brioche che è meglio consumarla in giornata o se rimane, per tenerla morbida, andrebbe un po’ riscaldata. Un po’ come nella favola di riccioli d’oro. Una figlia la vuole piena di zucchero, il mezzano con pochissimo zucchero, la mia piccola dai riccioli, metà e metà !! Voi riempitele di zucchero a vostra “emozione”

Per circa 8 treccine ( cambia a seconda della grandezza che fate)

125 gr di Manitoba

125 gr di farina 00

12,5 gr di lievito fresco

50 gr di strutto ( o burro )

40 gr di zucchero

5 gr di sale

Circa 60 latte tiepido

Circa 60 gr di acqua tiepida .

Acqua per lucidare

Piattino di zucchero semolato ( come fosse una panatura… dolce )

Farina 00 extra se occorre e per formare le trecce.

Se avete una planetaria lavorare tutti li ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio morbido e omogeneo che lascerete lievitare per circa due ore o fino al raddoppio almeno

Prima della lievitazione
Dopo 😍

Trascorso questo tempo, formate delle palline, allungatele facendole rotolare su se stesse, una volta formato un lungo cilindro,!prendete le estremità e arrotolate su se stesse per formare la treccia. Realizzate tutte le trecce lasciate che lievitino ancora circa 45 minuti. Devono gonfiarsi.

Morbidissime 🤩

Infornare a forno già caldo a 200 gradi fino a doratura. Una volta pronte, ancora calde, passate con un pennello dell’acqua e poi passatele su un piattino dove avrete messo classico zucchero semolato. Così diventeranno dolcissime 🥰

Merluzzo carbonaro con porri e crema di piselli

26 Gen

Amo molto le ricette di Csaba della Zorza, semplicemente perché sono alla portata di tutti per la loro realizzazione e per il loro gusto ! Piacevole, gustoso e bello! In questa ricetta ho solo aggiunto la crema di piselli perché ho voluto usare gli scarti del porto per fare una vellutata. Nessuno spreco! Così inizio anche io a migliorare sotto questo aspetto …

300 gr di merluzzo carbonaro

Olio extravergine

3 porri

Due lime o due limoni

Sale, pepe

per la vellutata : 50 gr di scarti dei porri, 50 patate, 100 gr di pisellini surgelati, brodo a coprire.

Tagliate in diagonale i porri, eliminando la parte verde e più dura. Posizionateli in una padella grande da contenere anche il merluzzo, qualche giro di olio extravergine, il succo di un limone, sale e circa mezzo bicchiere di acqua. Accendete il fuoco e coprite. Lasciate cuocere per circa 10 minuti, fino a quando non si caramelleranno. Aiutandovi con ha pinza o delicatamente, voltateli e mettete da parte in un vassoio. Adesso potete fare una cosa. Se non dovete consumare subito la portata, tenete da parte la padella ancora “sporca” dei succhi dei porri, quando sarà il momento di sedersi a tavola, accendete il fuoco e quando la padella e’ calda, sistemate il vostro filetto e lasciatelo, tenete da parte la scorza grattugiata del lime ( o limone) ricopritelo con il succo del secondo limone e lasciate cuocere per 4 minuti circa per lato. Nel frattempo scaldare al microonde i porri . Una volta nel piatto da portata, spolverare con la scorza di lime.

Per la vellutata. Ho fatto cuocere nel brodo un po’ a coprire, i porri, la patata tagliata sottile, i piselli. Una volta cotti ho frullato il tutto a densità desiderata ( quando eliminate il brodo prima di frullare, tenete sempre da parte un po’ per allungare ) condire con un filo di olio.

Porri

Tortellini con ripieno di pesto e burrata su crema di patate

24 Gen

Anche oggi vi propongo una ricetta d’impatto, ma davvero facilissima ! Ci ha sorpresi molto e se anche mia figlia si lecca il piatto, io sono soddisfatta. Devo fare moooolta pratica con la forma del tortellino, ma per fortuna non si sono rotti. Il piacere e’ proprio del ripieno con la burrata che scoppia in bocca con la crema di patate! Provate e fatemi sapere

200 gr di farina

2 uova

RIPIENO :

180 gr di caprino

Due cucchiai di parmigiano ( o pecorino) o un cucchiaio grana e 1 pecorino

Due cucchiai di pesto

Una bufalinq piccola

Burro e salvia per saltarli in padella

Per la crema di patate

200 gr di patate

Brodo a coprire

Preparate l’impasto dei ravioli lavorando la farina con le uova fino ad ottenere una palla liscia e morbida. Tenere da parte.

Preparare il ripieno : lavorate il caprino con una forchetta ( tenetene da parte un pezzettino per decorare) unite io pesto e i formaggi grattugiati. Assaggiate e valutate se aggiungere un po’ di sale, o un po’ di pesto o comunque un vostro gradito gusto.

Preparate la crema di patate mettendo in un pentolino le patate tagliate a rondelle sottile, coprire con acqua (con dado) o brodo fino a un cm circa sopra le patate e lasciate cuocere circa 15 minuti. Fino a quando non saranno morbide da poter essere frullate.

Stendete la pasta sottile sottile e ritagliate dei quadrati più o meno grandi a seconda di come vi piacciono. Io 6×6 circa. All Interno del quadrato mettete il ripieno e un pezzetto di burrata. Chiudete tortellino o ravioli o mezza luna.

Fate bollire una pentola di acqua salate e cuocete i tortellini per circa 4 minuti .

Intanto fate sciogliere una noce di burro con un po’ di salvia in una padella . Per preparare la crema liquida dovete calibrare il brodo quindi.. togliete e tenete da parte un po’ di liquido e iniziare a frullare . Se è troppo densa, aggiungete un po’ di brodo ecc ecc.

Saltate i ravioli in padella, preparate delle fondine con la crema di patate e mettete sopra 4/6 ravioli, con un po’ del sughetto del burro.

Mangiate caldi con un cucchiaio 😋

Spaghetti orientali

21 Gen

Ogni tanto preparo questi spaghetti o noodles con pollo e verdure. Ci piacciono molto, le mie figlie poi apprezzano moltissimo. Sono veramente facili da preparare ed è una scusa per farle mangiare anche le verdure ! il segreto per avvicinarsi a quelli del ristorante e’ usare olio di semi di sesamo, salsa teriyaki e soja. Un tocco aggiuntivo sarebbe la salsa di ostriche, che non ho trovato però 😩 .

Non posso darvi le dose al grammo, ma un po’ ad occhio e un po’ a gusto. Potete scegliere la forma degli spaghetti che volete. Noodles di grano o farina di riso, sottili, spessì. Come volete.

Per 4 persone :

Mezza zucchina grattugiata

Mezza carota media grattugiata grossed out

Mezza cipolla tagliata a rondelle

350 gr di petto di pollo tagliato a listarelle o pezzi medie dimensioni.

Edamame

Germogli di soja ( facoltativo qui

Olio di oliva

Olio di semi di sesamo

Salsa terayaki

Salsa di soya

Salsa piccante

In una padella wok mettete i due oli: oliva e sesamo. Saltate fino a farle ammorbidire, unite il pollo, salsa circa 2 cucchiai terayaki e salsa di soya. Fate cuocere circa dieci minuti e assaggiate. Qui entra in gioco il vostro gusto personale. Se volete potete aggiungere soja o terayaki , un pizzico di piccante . A seconda della cottura degli spaghetti scelti, scolateli o cuoceteli direttamente nel condimento ☺️

E’ davvero una ricetta facilissima !