Cavoli, cavolini o cavoletti  di Bruxelles con lamelle di limone e scaglie di mandorle 

26 Ago

Che poi non avevo le scaglie di mandorle ma la granella. Ottima lo stesso 😆

Ho preso la ricetta dal grande libro il cucchiaio d’argento, era lí ferma da un po’! Oggi al supermercato li ho visti e comprati subito.

Anche mia figlia ha gradito 😱 questo conferma che sono deliziosi. 

Ingredienti per 3/4 persone 

Una confezione di cavolini di Bruxelles freschi

Mezzo limone

Scaglie di mandorla 

Uno spicchio di aglio 

Burro  

Pangrattato q.b

Sale e pepe q.b

Io ho cotto i cavolini direttamente al vapore, nel microonde. C’è un apposito programma con apposito contenitore . Se voi avete una vaporiera bene altrimenti potete tranquillamente lessarli e scolarli 🙂

Mentre cuocevano ho tagliato a fettine sottili sottili il limone ricavando delle striscioline .

Ho rosolato le fettine di limone e le mandorle con una bella noce di brutto e lo spicchio d’aglio che ho successivamente eliminato.

In un altro pentolino ho tostato  il pangrattato con un po’ di burro e olio ( oppure fate tutto burro o tutto olio) con  appena un pizzico di sale e pepe. 

A questo punto versiamo i cavolini nel tegame con il limone e le mandorle e rosoliamo per qualche minuto aggiustando di sale. 

Una volta versato sul piatto da portata ho spolverato con il pangrattato ben tostato 

Annunci

Smoothie neofita 

13 Ago

Ecco, questa estate e’ stata caratterizzata da due scoperte : centrifugati e smoothies.

I primi sono diventati la passione del mio compagno, i secondo beh…la mia nuova droga.

Ma cosa e’ lo smoothie ? Non è un frullato, non è un frappé. Ne’ tanto meno un centrifugato!! Difficile quindi da descrivere poiché e’ un misto di questi ! Composto principalmente da frutta fresca o da verdure, lo smoothie e’ un composto semi liquido, “spumoso e leggero” a seconda degli ingredienti usati, e sopratutto FRESCO!

Ottimo per le merende estive ma anche a colazione o come sostituto di un pasto, qualora riusciamo ad arricchirlo con aggiunta di gherigli di noce e chi più ne ha ne metta.

Tutto sta alla nostra fantasia e ai nostri gusti personali. 

Oggi ho preparato il mio primo smoothies cercando di non esagerare con la fantasia 😅 , sperando sia il primo di una lunga serie .

A me e’ piaciuto tantissimo ! Provatelo!

Vi consiglio, da oggi in poi fino  alla fine dell’estate, di non farvi più mancare dei cubetti di ghiaccio 😉
Ingredienti per una persona :

Un kiwi maturo

4 fragole 

Una grossa manciata di mirtilli 

5 piccole susine ( prugne piccole e ovali) 

10 cubetti di ghiaccio

70 gr di latte scremato 

Un cucchiaino di zucchero ( facoltativo)
Mettete la frutta tagliata a dadini nel frullatore e unite il ghiaccio, latte e zucchero. Frullate alla massima potenza per qualche secondo  e servite fresco 😍

Torta soffice allo yogurt

1 Mar

Ecco una torta senza pretese iniziali ma dal risultato sorprendente!
Ideale per una prima colazione, a seconda poi del gusto dello yogurt che scegliete, il suo profumo è delizioso.
Un po’ più morbida di un ciambellone è un misto fra plumcake e torta margherita!
Ottima, davvero.
Ottima anche per utilizzare qualche yogurt rimasto 😉

Ingredienti per una tortiera da 24 cm.

3 uova
175 gr di farina 00
75 gr di fecola di patate
150 gr di yogurt gusto a piacere
120 gr di olio di semi
200 gr di zucchero
una bustina di lievito
Una bustina di vanilina.

Per prima cosa separiamo gli albumi dai tuorli e montiamoli a neve tendendoli da parte.
In una ciotola frulliamo lo zucchero con i tuorli, l’olio di semi e lo yogurt fino ad ottenere un composto omogeneo. Ho usato una classica frusta, senza robot da cucina.
Unite in seguito la farina, la fecola la vanillina e la bustina di lievito.
Una volta amalgamati tutti gli ingredienti unite gli albumi montati a neve, mescolando con un cucchiaio di legno, dal basso verso l’alto.
Versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato e infornate a 180° per circa 45 minuti.
A seconda del forno potrebbe aver bisogno di qualche minuto in più. Mi raccomando fa fede sempre la prova stuzzicandente 🙂

Ecco qui 🙂

unnamed-11.jpg

 

buonissima
unnamed-12.jpg

Abbracci di salmone aromatizzati avvolti in zucchine, su letto di crema patate

17 Feb

Non sapevo come chiamare questi spiedini, ma il gusto è proprio quello di un abbraccio buonissimo 😊. 
Semplicissimi da preparare, insieme ad un primo di pennette pesce spada e pomodori e mandorle. 

 è stato il secondo che ho preparato per la cena di San Valentino ❤
Veramente apprezzati e… divorati. E quando il tuo compagno ti chiede se ne sono rimasti ancora, direi che posso ritenermi soddisfatta 😬.
Potete prepararli di mattina, conservarli in frigo e infornarli all’ultimo. 
Gli ingredienti sono ” ad occhio”
Ma fidatevi… riuscirete a farli.
Ingredienti per due/ tre persone 

Filetti di salmone senza pelle. Con due filetti di circa 200/250 gr ho preparato 5 spiedini da tre involtino ciascuno.
3 grosse zucchine 
Sesamo 
Pinoli 
50 gr circa Pecorino grattugiato 
2 cucchiai di olio evo 
Pangrattato circa 100 gr 
Sale
Pepe
Prezzemolo 
Olive nere denocciolate .

In una ciotola mescolare il pangrattato con pecorino, sale, pepe, semi di sesamo, pinoli, olive spezzettate (piccolissimi pezzi) assaggiare e aggiustare di sale.
Nel frattempo tagliare ( aiutatevi con una mandolina) le zucchine a strisce lunghe e sottili, non trasparenti ma sottili “spesse” in modo di essere arrotolate senza rompersi.
Tagliare a cubetti di circa 2cm il salmone.
A questo punto stendete una fetta di zucchina, cospargete il composto e sopra un cubetto di salmone. Avvolgete il salmone e fermatelo infilzandolo in un lungo spiedo. 

Una volta preparati tutti gli involtini metteteli su carta forno. Sopra cospargete il pangrattato rimasto e irrorate con un filo di olio.
Infornare a 160 gradi per circa 15/20 minuti. A seconda del forno. Poi continuare La cottura su Grill per altri 5 minuti.


Avevo preparato una Cremina di patate come accompagnamento. Ma è facoltativa! 
Buon appetito 

Fusi di pollo con patate, olive e pomodoro

27 Gen

Eccoci qui con un secondo, facile, ancora “invernale” ed economico 🙂
Se anche mia mamma ha spazzolato il piatto, direi che posso tranquillamente consigliarlo anche a voi, se ad es non avete idea di come fare un secondo gustoso, senza eccessive pretese e molto casalingo.
La scarpetta finale del mio compagno, è stata la mia personale gratificazione ^.^
Quando parliamo di fusi, non possiamo considerare un “pezzo” una porzione, fosse una coscia con petto….
Quindi regolatevi da soli sulla quantità.
Noi ne abbiamo mangiate 3 a testa, non è molto se togliamo le ossa, ma considerando che ci sono le patate, è un buon compresso.

Ingredienti .
12 fusi di pollo
3/4 patate medie/grandi
circa 20 olive nere
Salsa di pomodoro a seconda di quanto “rosso” vi piace.
Acqua q.b
dado di pollo granulare o in gelatina.
Farina qb.
Una grossa cipolla bianca
Olio evo q.b
Vino bianco
Pepe
Sale nel caso il dado non bastasse.
Acqua q.b

Infariniamo i fusi e teniamoli da parte. In questo modo quando li soffriggeremo nella cipolla, la farina creerà una sorta di cremina :P.
Tagliate sottili la cipolla e rosolatela fino a farla imbiondire nell’ olio.
A questo punto aggiungete i fusi e rosolati fino a quando non saranno “bianchi” e la pelle leggermente dorata.

unnamed.jpg
Visto la cremina ?

unnamed-4.jpg
Unite il vino bianco e lasciate sfumare a fiamma moderata, abbassate il fuoco unite le patate e olive  e rosolate in modo da lasciarle insaporire per circa 3 minuti.
Unire il dado, la salsa di pomodoro, e aggiungete acqua fino a coprire quasi i fusi.
Avendo usato la salsa di pomodoro in bottiglia, ho usato la stessa bottiglia sporca ancora di salsa come “dosatore” dell’acqua.
Coprite lasciando un cucchiaio di legno  fra il bordo del tegame e il coperchio…
Adesso per un po’ dimenticatelo, ogni tanto però girate il tutto e lasciate cuocere i fusi per almeno 40 minuti.

 

unnamed-2.jpg
Controllate che siano ben cotti e buon appetito 🙂

 

unnamed-3.jpg